E’ possibile ridurre i rischi nella chirurgia dei tumori cerebrali?

L’introduzione della chirurgia a paziente sveglio permette l’asportazione di lesioni tumorali in aree eloquenti. La stimolazione della lesione a paziente sveglio permette di risparmiare le aree del linguaggio minimizzando i deficit post-operatori. La procedura permette di mappare intra-operatoriamente le aree sensitive e motorie intorno alla lesione, documentare quelle aree silenti non funzionali o già danneggiate dalla lesione stessa, permettendo una strategia di approccio chirurgico alla lesione che permettesse di isolare la stessa dal cervello e poterla asportare con il minimo danno sulle aree funzionali sensitive e motorie.
Dott. Letterio Morabito, Medico Chirurgo Specialista in Neurochirurgia riceve per appuntamento presso Diagnostica Marche

LINK